Around the world trip without flights was completed March 18, 2013. But many new travel projects came and will come. Books, photos and videos of a free life dedicated to the knowledge of the amazing World where we are living.

martedì 13 giugno 2017

Inno alla Vita


Amo profondamente la mia vita. Amo tutto quello che mi ha reso la persona che sono oggi nel bene e nel male. Amo il mio irrequieto passato che ogni tanto torna a bussare alla porta della mia coscienza, ma che ormai è diventato un amico più che un nemico. Amo le risate con gli amici, l’abbraccio di un fratello e sapere che qualcuno a cui sono legato sta provando gioia o serenità. Amo i pochi amici che sono stati capaci di gioire assieme a me per le mie scelte radicali che mi hanno reso felice. Amo le mie nipotine. Amo il vino rosso e celebrare ogni singolo momento di vita in più o semplicemente la compagnia di qualcuno. Amo l’avvolgente silenzio della foresta del nord dove ogni preoccupazione svanisce nel nulla da cui proviene e tutto diventa così naturale. Amo l’India che mi ha spalancato la mente a 360 gradi. Amo soprattutto Varanasi. Amo il sitar e gli handpan, tutta quella musica che fa vibrare l’anima. Amo le stupende popolazioni indigene. Amo l’odore di questa stupenda fanciulla scandinava che ho incontrato e che mi sta accompagnando per un pezzo indefinito di questo straordinario percorso che è la vita.

Amo condividere la grande bellezza che i miei occhi colmi di gratitudine hanno avuto il privilegio di ammirare nei paradisiaci paesaggi di questa meravigliosa Terra. Amo la luce divina che incontro nello sguardo delle persone di cuore che in pochi secondi mi sembra di conoscere da una vita perché ritrovo me stesso. Amo le persone che scendono meno possibilmente a compromessi e che ti sbattono la verità cruda in faccia senza nascondersi tra tante inutili parole. Amo chi lotta ogni giorno per rendere nel suo piccolo questo mondo migliore di come l’ha trovato. Amo i guerrieri della luce, quelli che nella grande propaganda del terrore non si fanno ipnotizzare da chi li vuole rendere schiavi della paura e si impegnano ogni giorno per diffondere positività anche se remano controcorrente. Amo non chi non ha paura, perché in fondo è umano averla, ma chi ha deciso di affrontarla. Amo chi ha compreso che le scuole tradizionali vanno rivoluzionate. Amo chi non crede alla marea di cazzate che ci raccontano ogni giorno.

Amo sapere che quello che faccio può aiutare qualcun altro anche nel suo piccolo a sentirsi meglio. Amo ispirare radicali scelte di vita che portano verso i sogni altrui. Amo scrivere collegando il cuore alla mano come un fiume in piena e senza interesse di controllare troppo il testo lasciandolo genuino e fresco di spontaneità. Amo i miei libri e quelli degli altri che ti rapiscono per dei giorni. Amo i film che stimolano dentro di te tanta voglia di fare. Amo le storie vere e le biografie. Amo la gentilezza inaspettata, gli abbracci pieni di energia, chi non ti giudica e non si fa condizionare dal giudizio altrui. Amo le piccole comunità agricole dove si condivide tanto e ci si aiuta l’uno con l’altro al contrario delle città dove si diventa tutti più egoisti e individualisti. Amo chi balla sempre e comunque anche senza aver per forza bisogno di imbottirsi di alcol o droghe. Amo il mio bimbo interiore, giocare o scherzare. Amo le persone indipendenti che sono abituate ad arrangiarsi senza chiedere troppo agli altri. Amo le menti creative e chi sa usare le proprie mani per costruire qualcosa con poco. Amo imparare. Amo chi si adatta a tutto senza aspettative o pretese. Amo la vita e vorrei vivere a lungo, ma soprattutto amo la morte che rende la vita così speciale. Amo i vecchi cimiteri abbandonati e sommersi dalla vegetazione. Amo la gioia ma anche tutta la sofferenza che ho provato nel mio cammino perché mi ha donato una grande consapevolezza.

Amo il mondo dei sogni, i viaggi sia fisici e sia psichedelici. Amo l’evoluzione introspettiva cercando di lavorare giorno per giorno per rimuovere inutili e limitanti catene che mi ha trasmesso la società da cui provengo. Amo fottermene delle formalità e spogliarmi dalle maschere sociali per esaltare sempre la sincerità e la spontaneità. Amo la bici ma soprattutto il mio camper che è sinonimo di libertà. Amo campeggiare con un bel gruppo di amici in un festival. Amo l’Ozora che è molto di più di un festival bensì uno stile di vita. Amo il forte temporale e l’energia dei fulmini, il tatto della neve che si scioglie nelle mani, un tuffo nel mare dopo ore di sole con la pelle scura e i peli dorati. Amo l’energia delle cascate impetuose, dei torrenti e dell’oceano. Amo la luna piena, le stelle, l’aurora boreale, il sole di mezzanotte, le albe e i tramonti, le giornate di sole con il risveglio primaverile, i colori dell’autunno ma anche le giornate grigie che rimettono in discussione le tue certezze alimentando nuovi dubbi. Amo le montagne, la foresta, i fiori e i frutti di bosco.

Amo piangere commuovendomi per emozioni forti sia belle che brutte ma soprattutto reagire alle avversità. Amo stringere i denti ed essere una testa più dura della durezza della vita. Amo sfogare la tensione o lo stress correndo nella natura, le endorfine che rilascia l’attività sportiva e sentire il mio corpo in forma. Amo esprimere sul mio corpo la storia della mia vita attraverso infiniti tatuaggi. Amo il sudore di un’intensa attività di yoga. Amo l’orgasmo quando il sesso non è solo un atto fisico ma qualcosa di più spirituale perché se no dopo mi lascia solo un grande vuoto. Amo l’aglio e il peperoncino, ma soprattutto mangiare prodotti biologici coltivati dalla propria terra. Amo i bambini del mondo con cui riesco a comunicare facilmente nei miei viaggi al contrario degli adulti troppo persi nelle loro distrazioni. Amo gli animali selvaggi, ma anche i cani e i gatti che ti fanno le feste. Amo con profonda gratitudine aver avuto l’opportunità di vivere. Amo l’amore che scalda il cuore di tutti noi e non per forza quello di un partner, ma quello vero e puro che trasmettono le persone che hanno compreso che siamo tutti Uno.

1 commento: